Hans Barth

Hans Barth fu uno scrittore e giornalista tedesco, nativo di Stoccarda, che conobbe l’Italia stabilendosi a Roma come corrispondente del giornale ” Berliner Tageblatt”.

Parlava correntemente italiano e latino, e amava la classicità . Nondimeno, amava anche il vino, l’enologia italiana e le cantine. Di un amore passionale. Emilio Cecchi in una recensione su “La Tribuna” (31 dicembre 1921), chiosando sulla sua opera più nota, lo definì ” bibace “.

Dopo una fortunata serie di saggi biografici su personaggi del suo tempo (da papa Leone XIII a Crispi), nel 1908 a Costanza Barth pubblicò infatti ” Osteria – Guida spirituale alle osterie italiane da Verona a Capri ” (” Osteria: kulturgeschichtlicher Führer durch Italiens Schenken von Verona bis Capri ), 68 pagine che nel tempo avrebbero oscurato la fama delle altre sue opere. Si tratta del resoconto-reportage di un viaggio per le cantine italiane, anche intese come mescite ed altri spacci popolari della preziosa bevanda, intrapreso dall’autore e da un suo amico vignettista.

L’impegno ad una scrupolosa esplorazione dell’enologia popolare italiana era stato preso ben sul serio dai due avventurieri, ed anche meglio mantenuto: l’assaggio era di mezzo litro per ciascuna delle tappe, ed ogni sera le tappe erano in media una decina…

Nel 1909 il libro apparve in edizione italiana, e la prefazione fu di Gabriele D’Annunzio, il quale nell’ottobre dello stesso anno gli segnalerà  il Nepente di Oliena con una famosa lettera .

Nel 1921 ne uscì una nuova edizione, con la lettera di D’Annunzio inclusa nella prefazione e comprendente altre tappe, nuove cantine, inedite ebbrezze…

La filosofia alla base del libro potrebbe essere condensata in questa frase:

Bisogna bere eternamente e sorseggiare theologalmente; si beva come un templare, come una spugna, come la terra quando è secca, e di buon’ora; bevete sempre e non morirete mai perchè il vino dà  la divinità .

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. More Info | Close